EDIZIONE 2021

PREFESTIVAL 6 - 7 LUGLIO - ANDORA PIAZZA SANTA RITA

6 LUGLIO

ORE 19.30
Museo Mineralogico Luciano Dabroi – Palazzo Tagliaferro

Aperitivo in Noir e apertura ufficiale mostra
“LA TEOGONIA ILLUSTRATA”, di Giacomo Guccinelli,
artista che ha realizzato l’immagine della settima edizione del Festival.

Piazza Santa Rita – ORE 21.00
SERATA CINEFORUM

Christine Enrile presidente di c|e contemporary in conversazione con Davide Pulici critico cinematografico e saggista fondatore della rivista Noir Nocturno.

Cortometraggi e conversazioni sul tema della Vendetta.

7 LUGLIO

Piazza Santa Rita
ORE 21.00

Talk “LigurNoir”, quando i romanzi diventano promozione del territorio.
Conduce Christine Enrile, presidente di c|e contemporary

interverranno
Carlo Frilli
insieme al fratello Giacomo uno dei fondatori della casa editrice genovese “Fratelli Frilli”, realtà nata nel 2000 con l’idea iniziale di dare voce e spazio ai tanti scrittori liguri, finendo per accogliere anche autori di altre regioni del nord-est.
Maurizio “Pupi” Bracali
scrittore ligure che ha debuttato nel 2002 con una raccolta di poesie, scegliendo subito dopo di dedicarsi al “noir”. Il commissario Calcagno, la sua “creatura” letteraria più conosciuta, è diventato il protagonista di 14 romanzi.
Armando D’Amaro
Genovese, classe 1956, ha praticato l’attività forense prima di diventare autore di una ventina fra romanzi e racconti noir e di critica d’arte moderna. Il suo monologo “Atlassib” è stato rappresentato in teatro. Numerosi anche i testi scritti per artisti, tradotti anche i inglese e russo.

NOIR LETTERARIO
Incontro con gli Autori

Valeria Corciolani
Scrittrice e illustratrice di Chiavari, autrice di “Con l’arte e con l’inganno” (ed. Nero Rizzoli): la storia di Edna Silvera, storica dell’arte e restauratrice dal carattere schietto e deciso che si imbatte in un caso di omicidio.
Armando D’Amaro
La sua ultima fatica, “Il Commissario Boccadoro” (F.lli frilli Editori), è un noir torbido e avvincente ambientato a Genova ai tempi del fascismo, dove qualcuno fa strage di donne che viaggiano in treno da sole.
Morena Fellegara
Infermiera di giorno e scrittrice di sera, ambienta la sua seconda prova letteraria (“Il gioco degli specchi”, Fratelli Frilli Editore) durante i mondiali di Spagna del 1982, indimenticabile vittoria della Nazionale Azzurra. Mentre l’Italia è “rapita” dai goal di Rossi e Tardelli, Mario, un barista, indaga su un misterioso omicidio che si trasforma in un gioco di specchi.
Leonardo Massabò
Imperiese, classe 1954, ex funzionario di polizia, ha diretto per dieci anni la Digos di Genova e fino al 2013 la Divisione Anticrimine, sempre nel capoluogo ligure. È l’autore di “Non ho una buona notizia da darti” (Fratelli Frilli Editore), un viaggio nella memoria del vice questore Marco Parodi che si dipana come tanti spezzoni di un film fra la sua abitazione l’arrivo in Questura. Un arco di tempo breve, ma sufficiente per ripensare ai tanti episodi di una vita intera e i troppi conflitti interiori contro cui combatte ogni giorno.
Achille Maccapani
Scrittore milanese autore di saggi di storia locale, manuali di diritto della pubblica amministrazione e romanzi: la sua ultima fatica letteraria, “Delitto al festival di Sanremo” (Fratelli Frilli Editore), ha per protagonista il vicequestore di Sanremo Francesco Orengo con il caso di un cadavere rinvenuto nelle toilette del teatro Ariston, nei giorni in cui la città ligure ospita il Festival della Canzone Italiana.
Marco Marinoni
Monzese di origine, residente a Finale Ligure, insegnante di musica elettronica al Conservatorio di Latina e grande appassionato di letteratura poliziesca, è anche autore di quattro romanzi. Il più recente, “Follia a Due” (ed. Mursia), è un thriller ambientato in una Torino oscura: Fausto Bottero, militare appena tornato a casa da una missione in Afghanistan, assiste alla morte della moglie e del figlio, apparentemente travolti da un’auto pirata. È l’inizio di un viaggio nell’ignoto dai risvolti inattesi e sconvolgenti.
Rodolfo Dodo Rotondo
Ha ambientato il suo romanzo d’esordio, “Storie di straordinaria routine” (edizioni Amazon) a Imperia, nei luoghi che ama, diventati lo scenario su cui agisce Romeo Robutti, il protagonista, un perito assicurativo che finisce per occuparsi di una morte misteriosa avvenuta in un ristorante.

NOIR QUOTIDIANO

Il caso di Angiolina Lanfredi,
un femminicidio andorese di oltre 70 anni fa.

FESTIVAL 8 - 10 LUGLIO - ANDORA GIARDINI DI PALAZZO TAGLIAFERRO

8 LUGLIO

ORE 21.00
APERTURA UFFICIALE FESTIVAL

Saluto delle autorità,
Saluto del Sindaco Mauro Demichelis,
del Vice Sindaco Patrizia Lanfredi
 e dell’Assessore alla Cultura Maria Teresa Nasi

ORE 22.00
NOIR LETTERARIO

collegamento in diretta con Maurizio De Giovanni. Scrittore, drammaturgo, sceneggiatore e giallista fra i più noti,
i cui libri sono tradotti in tutto il mondo, De Giovanni ha raggiunto
la popolarità con i romanzi che hanno come protagonista
il commissario Ricciardi e la serie i “Bastardi di Pizzofalcone”.
La sua ultima fatica letteraria, “Gli occhi di Sara” (ed. Rizzoli),
racconta la vicenda intima e privata di una giovane donna
che si intreccia con le vicende di un’Italia appena entrata negli anni Novanta. Mentre nel libro “Una sirena a settembre” ed. Einaudi viene narrata una doppia sfida per Mina Settembre, l’irresistibile assistente sociale del Consultorio Quartieri Spagnoli Ovest.

NOIR QUOTIDIANO
“Il caso Carretta: la verità in diretta”

Interverranno
Pino Rinaldi
Giornalista e conduttore televisivo che nelle sua lunga carriera ha seguito alcuni dei più sconvolgenti casi di cronaca nera. Fu lui, il 30 novembre 1998 ad ottenne in diretta, durante la trasmissione “Chi l’ha visto?” la piena confessione di Ferdinando Carretta: reo confesso dell’omicidio del fratello Nicola e dei genitori, Giuseppe e Marta, di cui si era persa ogni traccia dopo il ritrovamento del camper di famiglia, parcheggiato a Milano.
Luciano Garofano
Generale dei Carabinieri in congedo, già Comandante dei RIS di Parma, ha seguito le indagini della strage di Capaci e casi di cronaca come la strage di Erba, il serial killer Donato Bilancia, il delitto di Novi Ligure, il caso Cogne e il delitto di Garlasco. Lo scorso anno ha pubblicato il volume “La falsa giustizia. La genesi degli errori giudiziari e come prevenirli” (ed. Infinito)

a seguire

INCONTRI CON GLI AUTORI

Gianluca Ferraris
In “Perdenti” (ed. Piemme), racconta la vicenda dell’avvocato milanese Lorenzo Ligas, sfiduciato e provato dai dispetti della vita, che nel difendere una popstar dall’accusa di omicidio di un agente di polizia, vede un’occasione di riscatto.
Roberto Centazzo
“L’ombra della perduta felicità. Squadra speciale minestrina in brodo” (Tea edizioni), le indagini di tre poliziotti genovesi in pensione che decidono di tornare in attività per dare una mano ad un ex collega coinvolto in uno strano caso ambientato nelle Langhe piemontesi.
Cecilia Scerbanenco
La figlia di Giorgio, prolifico scrittore di origini ucraine naturalizzato in Italia e scomparso nel 1969, ha raccolto una serie di racconti del padre pubblicati su diverse riviste femminili: “I sette peccati e le sette virtù capitali” e “La luna sulla pineta” (ed. La Nave di Teseo).
Maurizio Lorenzi
Nel suo ultimo lavoro, “Il tempo degli sbirri” (Bolis Edizioni), il “poliziotto che scrive libri”, com’è stato definito, ha costruito un giallo ispirandosi ad un vero fatto di cronaca: la clamorosa evasione della fuga di due detenuti sottoposti a regime speciale di sorveglianza.

a seguire

CONCORSO LETTERARIO AG NOIR

Premiazione dei 10 vincitori della
VII edizione del Concorso Letterario AG NOIR.
Come ogni anno, c’è grande attesa per conoscere i nomi dei 10 vincitori dell’ormai tradizionale e attesissimo Concorso Letterario del Festival, i cui racconti saranno pubblicati all’interno dell’antologia “ONDA NOIR” ed. Insedicesimo

9 LUGLIO

ORE 21.00
CRONACA REALE
“MALEDETTA VENDETTA”


interverranno:
Roberta Bruzzone
Criminologa, psicologa forense, opinionista e volto televisivo.
Favole da Incubo ed. DeAgostini
Valentina Pitzalis
Vittima della vendetta dell’ex marito, una donna diventata simbolo della lotta alla piaga
senza fine del femminicidio.
Fabio Lombardi
Giornalista di “Quarto Grado” si occupa di cronaca nera e giudiziaria e ha seguito il caso Pitzalis.

a seguire


INCONTRI CON GLI AUTORI

Cristina Rava
“Il pozzo della discordia” (ed. Nero Rizzoli), le indagini di Bartolomeo Rebaudengo e Ardelia Spinola, commissario in pensione lui, medico legale lei. Due ex amanti rimasti in ottimi rapporti che si troveranno alle prese con una morte sospetta e presenze misteriose.
Riccardo Landini
“Il passato è un fuoco che brucia. Sette casi per il commissario Presti” (ed. Il Rio).
Un investigatore tanto scrupoloso quanto indisciplinato, il commissario Lodovico Presti, vive sospeso fra il doloroso ricordo della compagna Giulia e una realtà fatta di omicidi, serial killer e misteri.
Micaela Ronconi
Scrittrice veronese al suo esordio letterario, in “Blu Imperfetto” (ed. Il Rio), racconta la vicenda personale di Linda, una donna la cui vita è sospesa tra Milano, Dubai e una Verona cupa, dove sesso e malavita si mescolano pericolosamente.
Maurizio Pupi Bracali “Gabbiani e Pipistrelli” ed. Delfino Moro
Un noir molto particolare, com’è nello stile di Bracali, dove accanto ad una trama gialla ricca di colpi scena ci sono ampi passaggi dedicati alla descrizione dei luoghi e alla psicologia dei personaggi.

ORE 22.15
Theatre Noir

Un omaggio ad Andrea G. Pinketts, l’indimenticato padrino del Festival, a cui è interamente dedicata una performance teatrale di Fabrizio De Giovanni della Compagnia Itineraria Teatro.
Letture tratte dal romanzo “Il vizio dell’agnello” nella nuova edizione 2021

10 LUGLIO

ORE 21.00
serata conclusiva con la partecipazione di Alessandra Viero, giornalista e conduttrice della trasmissione televisiva “Quarto Grado”

ORE 21.15
NOIR LETTERARIO

Fabio Lombardi
Esordio letterario di Lombardi, giornalista milanese di “Quarto Grado”, “L’istinto dei Calamari” (Leone Editore) è un libro-denuncia sotto forma di romanzo, che racconta il fenomeno dei soldati bambini, ma anche di madri, di sofferenze, tradimenti e sacrifici.
Fabrizio Colucci
“Le scelte dei Grandi” (ed. Il Rio), è un passaggio fondamentale nell’esistenza di Giorgio Lamberti, un uomo cacciato dalla polizia, diventato investigatore e per sopravvivere costretto a sorvegliare mogli e mariti fedifraghi. All’improvviso, l rapimento di una ragazza a cui assiste casualmente, cambierà la posta in gioco.
Salvatore Gelsi e Roberto Rossetti
Scritto a quattro mani, “Un po’ d’odio” (ed. Il Rio) è un romanzo ambientato a Mantova, città tranquilla in cui la cronaca nera a poco lavoro. Almeno fino a quando un cadavere riemerge dalle acque del Po, spalancando le porte ad un realtà perversa e viziosa.

a seguire

NOIR QUOTIDIANO
LA VENDETTA COME CODICE D’ONORE

Maria Badalamenti
Autrice di “Sono nata Badalamenti”, libro autobiografico in cui ripercorre la vita di suo padre Silvio, ucciso dai corleonesi per vendicarsi di Don Tano, lo spietato boss di Cinisi.
Paolo Di Giannantonio
Giornalista di Rai1, ha seguito numerosi casi di criminalità e terrorismo.
Germana Zuffanti
Funzionario dell’Università di Torino e giornalista della testata “ItaliaStar Magazine”

ORE 22.45
Proiezione cortometraggio dedicato a Peppino Impastato e chiusura Festival